TU, NELL'ARIA FRESCA

Tu, nell’aria fresca
Di una giornata di primavera.
Io contemplo la tua bellezza
E l’aria si profuma
Ad ogni tuo sospiro.

Il tuo sguardo è sfuggente,
Il tuo sorriso irradia lo spirito,
Il tuo portamento confonde la mente.

Chiara creatura divina,
Che dolcemente
Ai miei occhi compari,
Colpisti il mio cuore
Con un solo sguardo
E ora continuamente ti ripeti.

primavera
FABRIZIO CELLI, ROMA 2003

torna indietro