Immagini e Storia di Roma

  1. 1
  2. 2
  3. 3
Colosseo
Il Colosseo innevato
Era usato per gli spettacoli gladiatorii e altre manifestazioni pubbliche (spettacoli di caccia, rievocazioni di battaglie famose, e drammi basati sulla mitologia classica). Il Colosseo, come tutto il centro storico di Roma, è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell'umanità dall'UNESCO nel 1980. Nel 2007 il complesso è stato anche inserito fra le Sette meraviglie del mondo moderno nell'ambito di un controverso concorso.
Trevi
Fontana de' Trevi
La fontana è l'elemento terminale dell'acquedotto Vergine. Fu voluto nel 19 a.C. da Marco Agrippa, per alimentare le terme che egli stesso aveva fatto costruire al Pantheon. Il condotto dell’Acqua Vergine è il più antico acquedotto di Roma tuttora funzionante e l’unico che non ha mai smesso di fornire acqua alla città dall’epoca di Augusto.
Ponte Milvio
Ponte Milvio
Il ponte venne costruito nel 207 a.C., nel corso della seconda guerra punica (Roma e Cartagine nel III secolo a.C., dal 219 a.C. al 202 a.C.) ed era in legno; nel 110-109 a.C. il censore Marco Emilio Scauro lo riedificò in muratura. Il 28 ottobre del 312 avvenne il combattimento noto come “Battaglia di Ponte Milvio” tra Costantino I e Massenzio (autoproclamatosi imperatore romano ma mai riconosciuto) e la vittoria di Costantino contrassegnò l’inizio di una nuova epoca.
tevere da ponte degli angeli
Lungotevere dal ponte degli angeli
San Pietro è anche un museo, ed è impossibile enumerare l'infinità e il valore dei capolavori custoditi: basti pensare al baldacchino bronzeo del Bernini, o alla Pietà di Michelangelo. Poi, alll'esterno, tutto intorno alla chiesa, si dispiega il grandioso colonnato marmoreo del Bernini, che racchiude la piazza in un metaforico abbraccio. Viste dal centro della piazza, le doppie colonne del portico si allineano alla perfezione, in un gioco prospettico assolutamente sorprendente.
Fontana Naiadi
Fontana delle Naiadi (Piazza della Repubblica)
Le naiadi (ninfe) rappresentate sono la Ninfa dei Laghi, riconoscibile dal cigno che tiene a sé, la Ninfa dei Fiumi, sdraiata su un mostro dei fiumi, la Ninfa degli Oceani, in sella su un cavallo simbolo del mare, e la Ninfa delle Acque Sotterranee, poggiata sopra un drago misterioso. Al centro si trova il gruppo del Glauco (1912), simboleggiante il dominio dell'uomo sulla forza naturale.
neve a san pietro
Basilica di San Pietro (Nevicata 04/02/2012)
La cupola fu costruita in soli due anni da Giacomo Della Porta, seguendo i disegni di Michelangelo, il quale forse l'aveva prevista perfettamente sferica. Neanche il modello ligneo, conservato all'interno della basilica, aiuta a rivelare le vere intenzioni di Michelangelo che, del resto, si era riservato il diritto di apportare modifiche alla struttura dell'intera basilica, per la quale non è giunto sino a noi nessun progetto definitivo.
Trevi
Fontana de' Trevi
Al centro della nicchia spicca l'imponente figura di Oceano, trainato su un cocchio a forma di conchiglia da cavalli marini guidati da Tritoni. Tema centrale è l'acqua, nel suo incessante e turbinoso divenire, nel quale tutto è trascinato. Artificio e natura si fondono nella rappresentazione degli scogli e della vegetazione pietrificata, che si annida sul basamento del palazzo e fin sui bordi rialzati della grande vasca (mare). L'intera architettura sembra generarsi da questo fluido vitale, nella raffigurazione degli effetti benefici dell'acqua e della storia dell'acquedotto.
Circo Massimo
Il Circo Massimo
Situato tra il Palatino e l'Aventino, è ricordato come sede di giochi sin dagli inizi della storia di Roma: nella valle sarebbe avvenuto il  ratto delle Sabine, in occasione dei giochi indetti da Romolo in onore del dio Consus. Di certo, l'ampio spazio pianeggiante e la sua prossimità all'approdo del Tevere, dove si svolgevano gli scambi commerciali, fecero sì che il luogo costituisse fin dalla fondazione della città lo spazio elettivo in cui condurre attività di mercato e di scambi con altre popolazioni, e anche le connesse attività rituali e di socializzazione, come giochi e gare.
colosseo neve tramonto
Roma Innevata
Non è facile assistere ad una nevicata a Roma. Il 30/12/1939 c'è stata una delle nevicate più copiose degli ultimo 100 anni, con quasi 30 cm di neve al suolo. Poi degne di nota sono le annate del 1956 e del 1985 (con 15 cm di neve al suolo). Nel nuovo millennio, nevicate sporadiche nel 2002 e nel 2004 (con accumulo non calcolabile per via della temperatura superiore allo zero), 2 cm di neve nel 2005 e nevicata in tutta la città il 12/02/2010 dalle 10.30 alle 11.30.
  1. 1
  2. 2
  3. 3